sabato 30 marzo 2013

Buona Pasqua!!!!!!!!!


L'incredulità di San Tommaso davanti al Cristo risorto.




Michelangelo Merisi da Caravaggio, Incredulità di san Tommaso, 1602 - 1603,
 olio su tela, 107x146 cmPotsdam, Bildergalerie Sanssouci

Caravaggio con estrema abilità e maestria riesce a fissare il momento dell'incontro con San Tommaso e di altri due apostoli sulla tela, indirizzando gli occhi dell'osservatore nel punto più importante della composizione: le teste del Cristo e dei tre Apostoli chine a formare quasi una sorta di cerchio mentre guardano le ferite aperte sul costato di Gesù. Il dito di San Tommaso che ancora non crede a ciò che gli sta davanti quasi con fare beffardo affonda nella bianca carne del Cristo illuminata da una luce intensa, quasi divina, mentre gli altri Apostoli seguono il gesto con emozione e grande trepidazione. La drammaticità di questo gesto così realistico viene accentuata dal forte contrasto creato dal chiaroscuro, la luce che è concentrata sui volti e irrompe come dall’alto irradiando il costa­to di Gesù, serve a evidenziare l'azione annullando tutto. Considero l'immagine l'opera di Caravaggio una perfetta fotografia del momento, una trasposizione perfetta delle sacre scritture in pittura: l'incredulità degli uomini, la disponibilità del Cristo, le mani e le fronti corrugate. 

Credo che non ci sia immagine migliore per augurare buona Pasqua a tutti coloro che visitano il mio blog. Un augurio speciale a tutti i miei studenti vecchi e nuovi che seguono il blog e a tutti i miei colleghi che con impegno e dedizione educano all'ARTE!!!


1 commento:

  1. Caravaggio, fotografo ante litteram, con le sue inquietudini meglio di ogni altro rappresenta le nostre in questo momento, i nostri dubbi e le nostre perplessità. Complimenti per la scelta e tantissimi auguri per una serena Pasqua!

    RispondiElimina