domenica 17 luglio 2016

A Ponte Buriano un museo su Leonardo da Vinci nel ricordo di Carlo Starnazzi


Era il 25 giugno 2007 quanto il mio professore di Italiano e Latino  Carlo Starnazzi ci lasciava: come commissario esterno ero impegnata negli esami di maturità proprio nella scuola dove Carlo come lo chiamavamo affettuosamente noi liceali della 5A del Liceo Scientifico di Poppi, svolgeva la sua professione di insegnante. Ho avuto il privilegio di essere una sua alunna così posso dire anche per i miei compagni di classe: abbiamo vissuto con lui tutti i nostri 5 anni prima come docente di latino nel biennio e poi come docente di italiano e latino nel triennio. Quanti ricordi: una passione fortissima per l'insegnamento, un costante stimolatore, una persona a cui devo molto. Conservo ancora i quaderni degli appunti di letteratura dove semplicemente rileggendo il commento a Ossi di seppia di Montale riecheggia la sua voce. Noi studenti lo consideravamo uno di noi: non un prof ma il nostro prof. Se considero la mia professione importante non solo per la mia disciplina ma per la formazione dei miei studenti lo devo a lui. All'inizio della mia professione d'insegnante ci siamo rincontrati proprio al liceo Redi di Arezzo e sinceramente mi sembrava che il tempo non fosse passato .. mi chiamava Freschi come a liceo e con orgoglio mi fece vedere un bozza dei suoi iscritti .. mi sentivo una privilegiata e quando confessai che facevo attività di ricerca presso la Facoltà di Architettura ne fu orgoglioso. Qualche giorno dopo sono passata da casa sua per consegnare alcune mie pubblicazioni ... guardandomi mi disse "ho dovuto aspettare 5 anni per sentirti fare un bell'orale ma adesso sono felice per te ma non ti accontentare di essere un semplice professore di storia dell'arte del liceo tu meriti di più". Sono uscita da casa sua orgogliosa: non solo avevo lasciato i miei lavori ma avevo ricevuto un incitamento unico.   L'occasione per questo ricordo è stata l'inaugurazione a Ponte Buriano del “Museum – Leonardo & l’Aretino“, un vero e proprio “centro di documentazione aperto a tutti i visitatori dedicato a Leonardo e agli studi che lo storico dell’arte Carlo Starnazzi ha svolto su di lui, a due passi dai luoghi che fanno da sfondo alla Gioconda”. I lunghi studi  del mio professore sostengono che il ponte dietro alla Monna Lisa sarebbe Ponte Buriano. “L’ipotesi avanzata da Starnazzi e i suoi studi – continua il professor Pedretti professore emerito di storia dell'arte e titolare della cattedra di studi su Leonardo presso l'Università della California a Los Angeles, dove dirige il Centro Hammer di Studi Vinciani con sede italiana presso Urbino – hanno convinto anche me. E’ arrivato il tempo di riconoscere che la tesi di Starnazzi sia giusta“.

Quando spiego ai miei allievi a Gioconda di Leonardo ricordo sempre il mio professore del liceo: colui che ha scoperto che il ponte alle spalle del celebre dipinto non è altro che Ponte a Buriano. 
GRAZIE CARLO


“E' singolare poter pensare che, oggi, tutti quanti potranno fare l’esperienza di visitare, di andare dietro le spalle di Monna Lisa, e percorrere in modo suggestivo, i luoghi che Leonardo ha reso sublimi in questo suo dipinto celebre in tutto il mondo” (Carlo Starnazzi)

Nessun commento:

Posta un commento