Un esempio della trasformazione dello spreco in risorsa!!!!!!!!!



Carissimi studenti il 2013 sarà l'anno europeo della lotta allo spreco: un iniziativa tutta italiana promossa dalla società Last Minute Market di Bologna. La campagna contro lo spreco è nata nel 2010 sul tema dello spreco alimentare, mutuato nel 2011 sul tema idrico e continuato nel 2012 sul tema dell'energia. Il nostro modello di produzione/consumo genera una grande quantità di sprechi, di sperperi e di consumi eccessivi. Lo spreco è un problema crescente che ha ricadute ambientali, sociali, economiche e che ci riguarda da vicino, riguarda il nostro stile di vita. 





Per avvicinarvi a questi temi vorrei farvi conoscere il progetto dell'architetto italiano Renzo Piano che nel 2008 ha inaugurato la nuova sede della California Academy of Sciences a San Fracisco, in America luogo nel quale sono condensate in un solo edificio le ricchezze naturali del pianeta, l’unico luogo al mondo che offre nello stesso spazio un acquario, un planetario, un museo di storia naturale, e infine fa compiere un viaggio dentro una immensa sfera dove è stata riprodotta un’autentica foresta tropicale. 









Grazie alla sua copertura verde di 50 mila mq, è in grado di immagazzinare calore e acqua piovana che vengono riutilizzati al suo interno. Per la sola costruzione, sono stati impiegati circa 120 tonnellate di materiale di risulta dell'edificio preesistente, il 100% dell'acciaio usato è riciclato e riciclabile, il 90% dell'illuminazione interna è naturale.  










Il tetto è coperto di centomila microcristalli sensori che captano l'energia solare. L'aria condizionata è stata abolita del tutto: si sfruttano i capricci del clima di San Francisco, dalle nebbie estive ai venti dell'oceano, per un condizionamento naturale che entra dalle finestre. Il tetto che sembra un tappeto volante è una membrana che respira: Piano ha fatto piantare 1500 graminacee autoctone che non richiedono nessuna irrigazione. 








L'isolamento termico è costruito con cascamo di lanugine che sono gli scarti dei blue jeans: un altro omaggio alla storia di San Francisco, dove nacque la Levi's. 

Nell’ammirata operazione di riciclo della Levi’s rientra anche quello di invitare i propri clienti a donare i loro jeans “vecchi” e/o inutilizzati presso un punto vendita della Levi’s e di raccogliere i pezzi invenduti dei propri negozi per destinarli alla pratica del riuso.
Nel sito del museo troverete un video interessante: 
http://www.calacademy.org/



Commenti

Post popolari in questo blog

Esercizi di prospettiva centrale!!!!

L'Arlecchino di Picasso